“Sono io la voce narrante! Se dico che sei in ritardo, TU-SEI-IN-RITARDO!!!”

Addio Darwin è su Facebook!     Acquistalo subito!

Siamo ad Ostia, ma in un mondo alternativo al nostro. Qui, milioni di anni fa, il famoso meteorite che si dice abbia estinto i dinosauri, non è mai caduto. Per questo, alle scimmie non conveniva scendere dagli alberi, o sarebbero state mangiate. L’Uomo, dunque, non si è evoluto, ma in compenso le scimmie hanno acquisito una grandissima intelligenza. E così, Ostia, Roma, l’Italia e più in generale tutto il mondo, al giorno d’oggi si ritrovano abitati da scimmie e dinosauri. Insomma: Addio Darwin!

In questo contesto si muove Sax, una giovane scimmia “nerd” appena entrata nell’età adulta, segretamente (mica tanto) innamorata del suo professore di fumetto, il bel primate Torquato Lopresti. La ragazza è disposta a tutto pur di conquistarlo, così decide di portarlo a vedere uno spettacolo di teatro. C’è solo un problema: i biglietti sono decisamente troppo costosi per le tasche della giovane! Dunque, come prima cosa, Sax deve trovare i soldi. E come può una scimmia scansafatiche, pigra, e amante della cultura pop procurarsi tale denaro? Ovviamente, non in modo onesto. Ed è qui che le avventure di Sax e dei suoi amici hanno inizio!

Addio Darwin è la prima opera di Federica Messina, un’autentica Sax in “versione umana”! Ostiense anche lei, come la sua controparte scimmiesca ha frequentato un corso di illustrazione e fumetto, laureandosi in seguito. Sul web si è fatta conoscere proprio grazie ad Addio Darwin. Inizialmente partito come webcomic, il fumetto ha raggiunto rapidamente la popolarità, e nel 2016 si è unito all’ombrello del fantastico di Kasaobake. Il primo volume della serie, invece, è uscito nel marzo 2018, in occasione della fiera Cartoomics di Milano.

Il tratto di Federica è subito riconoscibilissimo! Di stampo disneyano, è caratterizzato da un’espressività dei personaggi unica e sorprendente. La vasta gamma di “facce” che Federica è in grado di realizzare non solo denota una grande bravura dell’autrice nel mostrare le espressioni e le emozioni, ma è anche perfetta nel rendere giustizia al genere comico/demenziale di cui fa parte la sua opera. Parlando, poi, della struttura di questo fumetto, troviamo un’altra particolarità. L’autrice, crescendo a pane e fumetti, ha sempre desiderato poter creare un “magazine” tutto suo. Ed è proprio così che Addio Darwin è strutturato: come una vera e propria rivista, con tanto di angolo della posta, dettagliatissime curiosità sui dinosauri (per le quali Federica ha deciso di affidarsi a un esperto paleontologo, Willy Guasti), e perfino delle finte pubblicità. Dalla prima all’ultima pagina, Addio Darwin è una gioia per gli occhi. Leggere per credere!

Dai uno sguardo alle tavole!