“Ora capisco perché gli adulti ci chiamavano gioventù bruciata.”

Ale&Cucca è su Facebook!     Acquistalo subito!

Dicono che gli adolescenti percepiscano certe emozioni in maniera più intensa, poiché le vivono per la prima volta. Ogni problema sembra così grande da essere insormontabile, e ti spinge a voler crescere sempre più velocemente e a bruciare le tappe. Ale e Cucca, due ragazze tanto amiche quanto diverse l’una dall’altra, ben presto si troveranno a provare tutto ciò sulla propria pelle: com’è possibile che emozioni tanto belle e dolci possano allo stesso tempo farti sentire così impotente e inadeguata?

Ale&Cucca narra il periodo forse più difficile della vita di una persona: la pre-adolescenza. E lo fa senza peli sulla lingua, mostrando qual è la vera contemporaneità dei ragazzi d’oggi, fatta di social network, selfie e sigarette elettroniche, ma anche di piccoli grandi amori e prime esperienze. In questo contesto troviamo le vicende di un gruppo di amici di terza media, narrate attraverso gli occhi delle due protagoniste. Alessia (Ale) è felicemente fidanzata con Simone, mentre Veronica (Cucca) è appena uscita da una relazione complicata con Lollo, della quale non è rimasta affatto soddisfatta. Le cose si complicano non appena le ragazze iniziano il terzo anno delle medie. Simone inizia a manifestare nuovi desideri, andando così a creare una situazione che porterà Ale in una spirale di depressione autodistruttiva, dalla quale sarà molto difficile uscire. Anche Cucca, dopo aver fatto la conoscenza del coetaneo Manuele, si troverà a dover fronteggiare delle circostanze per lei totalmente nuove, che la condurranno inconsapevolmente a giocare coi sentimenti di chi le è vicino. Insieme alle due protagoniste, si muovono i ragazzi e le ragazze della loro comitiva, personaggi tutt’altro che di sfondo, i quali finiranno per complicare ulteriormente le relazioni delle due ragazze.

Ale&Cucca è la prima opera di Elisabetta Cifone, ragazza della provincia di Bologna, la quale ha deciso di ambientare la sua storia proprio nella realtà che conosce meglio: il paese di Molinella, in cui lei stessa è nata e cresciuta. Col suo tratto morbido a dare un’aria di soavità a tematiche reali, Elisabetta è straordinaria nel delineare le vite di Ale, ingenua e sognatrice, e Cucca, ragazza “maschiaccio” ma intimamente insicura. Poiché l’intera storia è ambientata in provincia di Bologna, è molto interessante scoprire, pagina dopo pagina, il realismo e l’italianità dei protagonisti, fra slang bolognesi, modi di dire e di fare che ricalcano perfettamente quelli dei giovani d’oggi. Impossibile, dunque, non immedesimarsi nei protagonisti di questa storia, la quale è stata pensata per un pubblico adolescenziale ma non solo! Anche per i più grandi, infatti, sarà facile rivedere i se stessi di una volta, quando iniziavano a districarsi con la complessità della vita. In fondo, Ale&Cucca è questo: uno slice of life dal grande realismo, una storia delicata ma anche senza filtri riguardo alla realtà vera dei ragazzini di oggi.

Dai uno sguardo alle tavole!